Elementi di retorica 1: Le figure retoriche

Published on by michelam

PER CERCARE UN TERMINE PRECISO, PREMERE CTRL + F

 

Le figure retoriche (che di solito fanno molta paura...) sono FORME DEL DIRE.

La retorica è infatti l'arte del dire.

Le figure retoriche sono dunque modalità espressive utilizzate nello stesso nostro quotidiano inconsapevolmente, e con maggior frequenza e livello di sofisticazione nell'arte della letteratura.

 

Esse sono tradizionalmente divise in tre gruppi:

 

  1. FIGURE DI SUONO, di cui fanno parte anche le rime, le consonanze e le assonanze, trattate in un'altra sezione solo perché hanno una valenza metrica (in quanto sono funzionali alla definizione della tipologia di un componimento) non condivisa da altre figure di suono;

     

  2. FIGURE DI SINTASSI O DI ORDINE O DI POSIZIONE: come è noto, la sintassi è lo studio delle regole attraverso cui le parole o le proposizioni si uniscono tra loro; tali figure denominano dunque modalità espressive riguardanti l'ordine delle parole nei versi (ordine che può contraddire quello naturale della lingua italiana, basato sulla successione soggetto/predicato/complemento oggetto etc.), dunque la loro posizione;

     

  3. FIGURE SEMANTICHE O DI SIGNIFICATO, che riguardano le modalità attraverso cui gli autori utilizzano le parole per rendere più efficace ed espressiva la comunicazione del senso delle parole stesse.

 

To be informed of the latest articles, subscribe:
Comment on this post